scopri Cuba con noi
Seguici
  • viaggio a santiago de cuba. Hotel ecologico Secondo Fronte.

Faccia un Viaggio a Santiago de Cuba. La capitale culturale di Cuba, è una terra piena di contrasti, dove convergono montagne e mare. Situato ai margini di una grande baia con la Sierra Maestra sullo sfondo. Ecco la città più caraibica di tutte le città cubane. Easy Booking Cuba ti aiuterà ad entrare nel cuore caldo della gente di Santiago.

Ha un territorio prevalentemente montuoso, con la grande estensione della Sierra Maestra. Dove si trova il punto più alto dell’arcipelago, il picco del Turquino (1974 m sul livello del mare). Seguono Pico Cuba (1874 m), Pico Suecia (1734 m) e La Gran Pietra (1225 m).

La caratteristica distintiva di Santiago de Cuba è la sua ospitalità. I santiagueros sono aperti, amichevoli e comunicativi. Essi sono stati l’epicentro di molte questioni importanti come le guerre di Indipendenza del 1868 e 1895. Come l’attacco alla Caserma Moncada guidato da Fidel Castro.

Città Patrimonio Mondiale della’umanità.

Il Castello di Morro è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1997. Si alza come una inaccessibile fortezza sulla roccia di 60 m quando ingressi al porto di Santiago. L’italiano che progettò le fortificazioni La Punta, El Morro a L’Avana, lo progettò nel 1587. Ci vollero più di 70 anni per costruire. Quando finì, non c’erano quasi pirati. È stato poi utilizzato come prigione.

Il paesaggio archeologico delle prime piantagioni di caffè nel sud-est Cuba. Fu dichiarata Patrimonio Mondiale, il 29 novembre 2000. Nel Museo Cafetal L’Isabelica, situato nelle montagne della Gran Pietra c’e la piastra che riconosce questa distinzione.

La Tumba francese divenne una tradizione di danza e musica nella parte orientale di Cuba, segnata dall’influenza degli schiavi neri. Questo è sopravvissuto attraverso il gruppo musicale La Caridad de Oriente. È stato dichiarato patrimonio culturale immateriale dell’umanità dall’UNESCO nel 2003.

Fondazione della Città di Santiago de Cuba.

Santiago de Cuba è stato l’ultimo dei primi sette ville fundada.Por conquistador spagnolo Diego Velázquez di alla fine del 1515. Dalla sua propria fondazione e fino al 1607 ha tenuto il titolo di capitale di Cuba.

Interesse turistico in Viaggio a Santiago de Cuba.

È una città vivace, lo stesso di giorno che di notte, benedetta dal clima caldo e dal trambusto dei suoi abitanti. Qui puoi provare il miglior rum del paese.

Ha una ricca storia, i testimoni sono gli oltre 20 musei che ha. Dopo la rivoluzione haitiana, molti francesi immigrarono in queste terre, introducendo piantagioni di caffè e la loro cultura. Il suo famoso carnevale fu influenzato dalle feste degli schiavi africani, diventando una festa popolare. Dove sono presenti la conga e la comparsa, così come l’inconfondibile suono della tromba cinese e del tamburo.

La Tumba francese è un altro elemento rappresentativo della sua cultura. Santiago, è la culla del Son e del bolero; dove la trova tradizionale e il canto corale sono profondamente radicati. Si distingue per i suoi canti dello spiritualismo, il Palo Monte e la Santeria, tra le altre religioni sincretiche e indigene.

Come destinazione turistica offre la possibilità di godere della natura ben preservata dei suoi parchi di Baconao e Sierra Maestra. Oltre al gruppo montuoso della Grande Pietra e ad altre riserve ecologiche della zona, per gli amanti delle immersioni le barriere coralline sono una grande attrazione. Hanno un alto grado di conservazione e più di 70 specie.

Parco Céspedes.

È il parco più importante e più frequentato della città. Nei suoi dintorni coesistono edifici di stili diversi. Puoi vedere la casa di Diego Velázquez, la Cattedrale, il vecchio Club San Carlos e l’hotel Casa Granda.

Casa di Diego Velázquez.

Situato in un angolo del parco Céspedes, era la dimora del conquistatore Diego Velázquez. È un tesoro inestimabile di architettura coloniale. E ‘stato costruito tra il 1516 e il 1530. Gli esperti ritengono che sia la più antica costruzione spagnola in America Latina.

L’edificio era il sito del primo governo dell’isola. Al piano terra c’era una vecchia camera di commercio e una fonderia d’oro. Al secondo piano visse il Conquistatore. È memorabile per i suoi elementi architettonici e decorativi mudéjar. È stato restaurato alla fine degli anni ’60 e nel 1970 è diventato un museo. Rivivi l’atmosfera coloniale delle prime case cubane, così come i loro mobili.

Emilio Bacardí Museum.

Fu la prima istituzione di questo tipo a Cuba, inaugurata nel 1899. Suo patrono e promotore era Don Emilio Bacardí Moreau, il primo sindaco di Santiago e un magnate del rum. Tesori preziosi pezzi di cultura pre-colombiana, arte e storia nazionale. Mostra oggetti personali di Carlos Manuel de Céspedes.

Ha due mummie, una peruviana e l’altra egiziana, quest’ultima portata dallo stesso Bacardí. Una collezione di dipinti coloniali, opere del Rinascimento spagnolo e pittori cubani moderni come Wilfredo Lam e René Portocarrero.

Casa Natal José María Heredia.

A causa del suo valore storico e architettonico, il luogo di nascita di José María Heredia è stato trasformato in un museo, dove è conservata una delle reliquie coloniali di Santiago. Espone documenti, dipinti e altri oggetti. Il suo lavoro più riconosciuto Oda al Niagara, si trova all’esterno. Qui si trova il Centro Studi Heredia. Istituzione creata per indagare sulla vita del primo poeta romantico d’America.

Strada di Padre Pico.

Data la topografia ondulata e ripida della valle in cui si era insediato il villaggio, emergevano vicoli, strade sfalsate di marcato pendio. Costruito nel 1899 per ordine del sindaco Emilio Bacardí, in onore di padre Bernardo del Pico Redin. È una delle strade più famose. È un punto di vista naturale e i suoi passaggi sono l’ingresso al quartiere Tivoli. È, inoltre, la via per eccellenza del carnevale santiaguero. Ha 52 gradini e 12 zone di riposo.

Cattedrale di Nostra Signora di Asunción.

Questa cattedrale è la chiesa principale di Santiago. La sua bellezza esteriore e interiore è degna di contemplazione. Si dice che questa è la terza fatta nel posto. Quello attuale, completato nel 1922, accentua le sue due torri neoclassiche. Il corpo di Diego Velázquez riposa sotto le sue fondamenta. E ‘stato restaurato nel 2015. Godetevi i suoi bellissimi dipinti sul soffitto, sedie da coro intagliate a mano e mostra un altare maestoso ed elegante in onore della Vergine della Carità.

Piazza di Marte.

È uno dei luoghi più frequentati della città. E ‘stato costruito alla fine del 18 ° secolo, come parte dello sviluppo di Santiago. Nel diciannovesimo secolo gli spagnoli portarono a termine le esecuzioni di coloro che erano stati processati per insurrezione. Per decreto del governo fu chiamato Piazza Libertà, ma gli abitanti continuarono a chiamarlo Piazza Marte. La piazza onora l’indipendenza di Cuba.

Museo Casa Natal di Antonio Maceo.

Situato nel centro storico di Santiago, è stato inaugurato il 5 dicembre 1974. Espone oggetti legati alla vita familiare e militare di Antonio Maceo Grajales, Maggiore Generale dell’Esercito di Liberazione. Conosciuto come il Titano di bronzo, è nato in questa casa il 14 giugno 1845.

Caserma Moncada.

La storia è stata fatta quando un gruppo di giovani rivoluzionari ha attaccato questa caserma, guidata da Fidel Castro. Il piano era di attaccare la caserma e poi andare in montagna per combattere contro il dittatore Fulgencio Batista. Divenne una scuola, dopo il trionfo della Rivoluzione, chiamata Ciudad Escolar 26 de Julio. Nel posto c’è un museo che rivive gli eventi di quel 26 luglio 1953.

Cimitero di Santa Ifigenia in Viaggio a Santiago de Cuba.

viaggio a santiago de cuba. Mausoleo a Fidel Castro.
Viaggio a Santiago de Cuba. Mausoleo a Fidel Castro.

Situato a nord-ovest della città di Camino Real. Fu fondato nel 1868 per seppellire i defunti nella Guerra d’Indipendenza. Ha più di 8 mila tombe. Questo cimitero è l’ultima dimora di molti illustri cubani: Fidel Castro, José Martí, Carlos Manuel de Céspedes. Riposa anche il resto dei generali della Guerra d’Indipendenza: José Maceo, Flor Crombet e Guillermón Moncada. Inoltre, Emilio Bacardí, Pepe Sánchez, il creatore del bolero a Cuba, Compay Segundo; tra gli altri.

Museo della Clandestinità.

Situato sulla collina dell’Intendente, nel quartiere di Tivoli. Questo museo custodisce parte della storia del movimento clandestino durante la lotta contro la dittatura di Batista. Principalmente racconta le azioni che hanno avuto luogo all’interno e all’esterno della città. Sia dall’esercito ribelle che dal movimento del 26 luglio.

Casa Natal di Frank País.

Questa era la casa della famiglia di Frank País, dal 1939. È diventato un museo il 30 novembre 1964. Mostra foto, documenti e oggetti personali di questo giovane leader del Movimento del 26 luglio.

Monumento al complesso storico di Abel Santamaría.

Formato da un museo, una libreria e un monumento. L’istituzione si trova in quello che era precedentemente l’Ospedale di Saturnino Lora. Scenario delle azioni del 26 luglio, in cui 23 giovani rivoluzionari comandati da Abel Santamaría lo hanno attaccato. In questo luogo Fidel ha manifestato la sua memorabile difesa/allegato “la storia mi assolverà“.

Teatro Heredia in Viaggio a Santiago de Cuba.

È il centro culturale più importante di Santiago. È l’unico teatro a Cuba, progettato e costruito dopo il trionfo della rivoluzione nel 1959. Specializzato nella programmazione, organizzazione e promozione di spettacoli artistici, mostre, festival, congressi, convegni e altri eventi nazionali e internazionali. Occupa un’area di 72 mila m2 ed è la sede permanente della Fiera Internazionale Expocaribe.

Museo del Carnevale.

Le canzoni e le altre manifestazioni che sono venute sull’isola, provenienti dall’Africa, trovano il loro posto nei carnevali. Le sale di questo museo sono totalmente dedicate alla storia di questo famoso festival. È notevole la presenza spagnola, africana, haitiana e francese tra gli oggetti che vengono mostrati. Come una fusione di culture, offre una grande varietà di danze e ritmi, costumi e altre caratteristiche distintive. Cosa che rende il carnevale di Santiago de Cuba, il più spettacolare dell’isola. Il museo è stato inaugurato il 7 giugno 1983.

Piazza della Rivoluzione Antonio Maceo.

Considerato il monumento più significativo del 20 ° secolo in città. Si trova all’ingresso della città, come se stesse accogliendo il visitatore. Ha una statua equestre del Generalissimo Antonio Maceo, realizzata dallo scultore Alberto Lezcay. È il più alto a Cuba, con 16 m.

Santuario della Virgen del Cobre. Viaggio a Santiago de Cuba.

viaggio a santiago de cuba. Vergine della Carità.
viaggio a santiago de cuba. Vergine della Carità.

La storia del santuario è legata a una leggenda che è stata modificata nel tempo. Secondo la leggenda, tre uomini umili trovarono la Vergine. Uno bianco, un altro mulatto e un altro nero. Videro l’immagine della Vergine della Carità che galleggiava nella baia di Nipe. Insieme hanno deciso di portarla alle miniere di El Cobre dove hanno fatto un altare.

Attualmente è il luogo in cui i fedeli seguaci del Patrono di Cuba fanno offerte e chiedono protezione. Al loro posto ci sono le offerte lasciate da migliaia di credenti, tra cui la medaglia al premio Nobel per la letteratura Ernest Hemingway. Puoi comprare piccole rocce di rame come semplice souvenir o come protezione contro il male.

Castillo del Morro.

Il Castello di San Pedro de la Roca è anche noto come Castillo del Morro. Cominciò ad essere costruito nel 1638 e ampliato fino all’inizio del XVIII secolo. È stato progettato dall’ingegnere militare italiano Juan Bautista Antonelli. Il suo obiettivo principale era quello di proteggere la città dagli attacchi di corsari e pirati.

Nel 1997 è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è un edificio di straordinario valore storico e architettonico e un esempio di architettura rinascimentale nei Caraibi. Ogni sera si svolge la cerimonia del colpo di cannone, con persone mascherate da mambises. C’è il museo della pirateria e un’altra stanza dedicata all’offensiva navale ispano-nordamericana, che è avvenuta nella baia nel 1898.

Museo di Ron.

Il museo ha un personale qualificato e attento che ti offre una panoramica della storia del rum a Cuba. Ti invita anche a bere un rum invecchiato. Si trova in una bella casa a schiera in Bartolomé Masó, n. 358. Ha un bel bar, dove puoi assaggiare il rum cubano a tua scelta.

Servizi comuni.

La stazione degli autobus rimane di fronte al Monumento Heredia, dietro la stazione ferroviaria. Solo 3 km a nord est di Parque Céspedes. Ha un aeroporto internazionale, Antonio Maceo e un porto, Guillermón Moncada; così come un porto turistico internazionale, Punta Gorda.

Informazioni di interesse in Viaggio a Santiago de Cuba.

Librerie.

  • Ateneo Ramón Sánchez.
  • Indirizzo: José A. Saco No. 356.
  • Telefono: 22624264.
  • Programma. 8: 00-15: 00 ore dal lunedì al sabato.

Libreria internazionale Raúl Gómez García.

  • Indirizzo: Plazoleta Ferreiro.
  • Telefono: 22687147.
  • Programma. 8: 00-15: 00 ore dal lunedì al sabato.

Immigrazione.

  • Nome: Ufficio Immigrazione.
  • Indirizzo: Avenida Pujol, n. 10, tra le 10 e Anacaona.
  • Programma. Lunedì, mercoledì e venerdì 8: 00-19: 00, martedì 8:00 – 17:00, giovedì e sabato 8: 00-12: 00 ore.

Accesso Internet e telefonico, ETECSA.

  • Nome: ETECSA.
  • Telefono: 22624784.
  • Indirizzo: Esquina Heredia e Félix Peña.
  • Programma. 8: 00-19: 00 dal lunedì al sabato.

Biblioteca.

  • Alleanza francese.
  • Indirizzo: Calle 6 n. 253.
  • Telefono: 22641503.
  • Programma. 9: 00-17: 00 ore dal lunedì al venerdì.

Elvira Cape.

  • Indirizzo: Heredia n. 259.
  • Telefono: 22624669.
  • Programma. 9: 00-17: 00 ore dal lunedì al venerdì.

Sanità per i turisti in Viaggio a Santiago de Cuba.

  • Servizi medici (ha farmacia e dentista internazionale).
  • Indirizzo: Raúl Pujol Avenida e l’angolo di Strada 10.
  • Telefono: 22642589.
  • Programma. 24 ore.

Farmacia internazionale.

  • Indirizzo: angolo Avenida de las Américas e strada M, Hotel Meliá Santiago.
  • Telefono: 22687070.
  • Programma. 8: 00-18: 00 ore.

Banche in Viaggio a Santiago de Cuba.

Banco di credito e Comercio BANDEC.

  • Indirizzo: Félix Peña n. 614.
  • Telefono: 22628006.
  • Programma. 8: 00-15: 00 ore dal lunedì al sabato.

Scambio casa CADECA.

  • Indirizzo: Aguilera n. 508.
  • Telefono: 22651383.
  • Programma. 9: 00-17: 00 dal lunedì al sabato.

Banco Financiero Internacional BFI.

  • Indirizzo: angolo di Avenida de las Américas e Calle 1.
  • Telefono: 22686252.
  • Programma. 8: 00-15: 00 ore dal lunedì al sabato.

Servizi postali.

  • Nome: ufficio postale.
  • Indirizzo: Aguilera No. 519.
  • Telefono: 22622108.
  • Programma. 8: 00-15: 00 ore dal lunedì al sabato.

Escursioni e cose da fare in Viaggio a Santiago de Cuba.

Per un piacevole soggiorno nella nostra città, ti consigliamo di visitare il nostro link delle escursioni dove troverai tutte le attività da svolgere:

Case vacanze, BnB e alberghi in Viaggio a Santiago de Cuba.

Se decidi di soggiornare in questa città ospitale, in una casa privata o in un hotel. Puoi selezionare quello che preferisci, basta cliccare sul link corrispondente:

Ristoranti a Santiago de Cuba.

Roy’sTerrace Ristorante.

Telefono: 22620522

Offre cibo casalingo, ma con qualità suprema, così come la sua atmosfera e servizio. Situato su un tetto. Piccolo posto, ma molto accogliente. C’è pesce, maiale e pollo, accompagnato da tamales o melanzane saltate in padella. I cocktail sono deliziosi. E il meglio, hanno cibo per vegetariani e vegani.

Ristorante Italiano la Fontana.

Indirizzo: Avenida de los Mártires y M, Hotel Meliá Santiago

viaggio a santiago de cuba. Ristorante Il Morro.
Viaggio a Santiago de Cuba. Ristorante Il Morro.

Offre ottime pizze, lasagne, ravioli e pane all’aglio, tra le altre delizie. Hanno una buona lista di vini.

Ristorante El Morro. Viaggio a Santiago de Cuba.

Indirizzo: Castillo del Morro, Telefono: 22691576

Si trova nel Castillo del Morro, sul pendio della scogliera. Mentre assaggi piatti classici squisiti, come pollo e arrosto di maiale, puoi goderti la splendida vista.

Ristorante Il Palenquito.

Indirizzo: Avenida del Río No. 28, tra Calle 6 e Carretera de Caney, Telefono: 22645220

La sua specialità è il barbecue, con carne di maiale o pollo, che sono accompagnati da riso e piatti a base di carne. I migliori sono i dessert. Molta fama ha il delizioso zapote o gelato al cocco, servito nel guscio del frutto.

Ristorante Madrid.

viaggio a santiago de cuba. Ristorante Il Palenquito.
Viaggio a Santiago de Cuba. Ristorante Il Palenquito.

Indirizzo: Calle 8 No. 105, Telefono: 22644138

Situato in una raffinata casa coloniale a Vista Alegre. Nel suo bellissimo patio interno invita a gustare il cibo creolo molto gustoso. Le carni alla griglia predominano tra i piatti principali: bistecche affumicate e spiedini di pesce. Offre anche cibo italiano.

Ristorante St Pauli.

Indirizzo: José A. Saco No. 605, Telefono: 22652292

Tutti i piatti sono deliziosi, consigliamo gazpacho, fajitas di pollo con polpo all’aglio e ananas.

Ristorante Zunzún.

Indirizzo: Avenida Manduley No. 159, Telefono: 22641528

Il luogo che in precedenza era un’elegante casa offre pollo al curry, deliziosa paella e un’eccellente tavoletta di formaggi, accompagnata dal cognac.

Dove fare la spesa in Viaggio a Santiago de Cuba.

Il supermercato Piazza Marte è uno dei migliori della città. Alameda Centro di Negozi è ugualmente attraente. Se desideri acquisire buone opere d’arte, vai alla Galleria d’Arte Oriente, nel generale Lacret n. 656.

Prenota ora il tuo pacchetto vacanze in Viaggio a Santiago de Cuba.