scopri Cuba con noi
Seguici
travel in cuba. No dejes de ver esto en Cuba. Da non perdere a Cuba

Da non perdere a Cuba

Le città coloniali. Da non perdere a Cuba.

Da non perdere a Cuba sicuramente saranno tutte le cose che qui te diremo. Nominando Cuba alcune parole o termini salgono velocemente alla mente di ogni viaggiatore. Fidel Castro, Raul Castro, Che Guevara o Barriera Coralina occupano gli spazi principali della nostra mente. Pochissimi penserebbero che le città cubane possano diventare un vero tesoro di arte e architettura. Soprattutto, quelle coloniali e storiche, per lo più Parimonio  dell’umanità.

Non dimentichiamo la famosa musica da strada, le vecchie case private con colori diversi sulle facciate. Quasi come se Cuba fosse un bellissimo arcobaleno. Strada lastricata di vecchie pietre o mattoni, che servivano da contropeso per le navi mercantili. Trinidad è forse l’esempio vivente di conservazione, pieno di storia, folclore e avventura. È sicuramente una città da visitare e scoprire. L’UNESCO l’ha dichiarato nel 1988 Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Altri obiettivi che sono sicuramente illustri sono l’Avana, Santiago de Cuba, Baracoa, Holguín e Camaguey. Tutti noti per qualcosa in particolare. Holguín della città dei parchi, Santiago come Culla della Revoluzione. O come Camagüey per avere il maggior numero di Chiese a Cuba.

Da non perdere a Cuba. Le sue spiagge

Cuba è un arcipelago con più di 1000 isole, la più grande delle Antille. Da molti conosciuto come la chiave dei Caraibi perché è all’ingresso del Golfo del Messico. Ha circa 300 spiagge naturali e una delle più grandi barriere coralline del mondo. Hotel ovunque, di tutte le categorie e dimensioni, per prenotare il tuo soggiorno. Le catene spagnole di Meliá Hotels e Iberostar si distinguono per la quantità di strutture sull’isola. Anche se ci sono molti marchi internazionali presenti sulla grande isola.

Tra resort grandi e lussuosi o campeggi popolari troverai senza dubbio un pezzo di spiaggia che ti piace. Avrai l’opportunità di creare la tua cartolina con immagini paradisiache. Non mentirei se ti dicessi che ci sono spiagge vergini a Cuba che non potresti immaginare esistano a causa della loro bellezza. Sarà difficile decidere tra Cayo Santa Maria, Cayo Coco, Guardalavaca, Ancón.

Troverete anche spiagge più adatte per le immersioni come Playa Girón, Cayo Levisa o Cayo Saetía. Ci sono anche innumerevoli centri di immersione internazionali, tra cui María la Gorda nella parte occidentale di Cuba.

Da non perdere a Cuba. Luoghi di interesse storico.

Impossibile attraversare le loro città senza conoscere la loro storia e le loro epiche battaglie in cerca della loro libertà e sovranità. Non importa in che parte ti trovi, il colore dell tuo partito politico. Sarai stupito da questa gente eroica.

A Cuba l’anno 1868 è riconosciuto come l’inizio delle guerre di indipendenza. La vittoria definitiva non fu raggiunta fino al 1 gennaio 1959 con l’entrata in L’Avana dei Barbudos. Due guerre di indipendenza e oltre 59 anni di rivoluzione vicini al solito nemico, gli Stati Uniti.

Da un lato, un blocco economico, ingiusto e autoritario degli Stati Uniti. D’altra parte un orgoglio feroce e inamovibile in difesa di un’ideologia. Entrambi i popoli si stancano di questa diatriba che dura da anni e attendono con sguardo innocente un segnale dai loro politici. Sognano relazioni normali di rispetto reciproco e uno scambio commerciale che può aiutare Cuba a uscire dall sotto sviluppo al quale é stata costretta.

Da non perdere a Cuba. Principali luoghi storici di Cuba

Ci sono alcuni luoghi di interesse storico senza dubbio da visitare. Tra questi la Comandancia de la Plata nel Parco Turquino. Era il luogo in cui risiedeva il quartier generale dell’esercito ribelle comandato da Fidel Castro. Situato nella Sierra Maestra, la più grande catena montuosa di Cuba e con accesso da Granma e Santiago.

Dall’altra parte dell’isola a L’Avana è la fortezza della cabaña. Nella Colonia era la più grande fortezza in America Latina come protezione contro corsari e pirati. Nel 1959, quartier generale del Che Guevara a L’Avana.

L’Isola della Gioventù ha tra i suoi monumenti la prigione modello, dove Fidel e i suoi compagni furono imprigionati. Santa Clara è la città del monumento del Ché, ospita i resti di tutti i suoi compagni caduti in Bolivia e Congo. Città degli eroi di Santiago de Cuba, non puoi perderti una visita alla caserma Moncada, poi trasformata in una scuola. A L’Avana hai il Museo della Rivoluzione, la Plaza de Iguale Nome e il monumento al suo eroe nazionale José Martí.

Da non perdere a cuba. I suoi paesaggi

Cuba ha paesaggi tropicali molto belli adornati da una flora e una fauna molto native. Partendo da Viñales troverai i campi di Tabaco, da dove esce il miglior tabacco del mondo. Numerose caverne. Pianure di colture come Mayabeque e Artemisa dove si concentra la maggior parte dell’agricoltura nazionale. Attraversi Cienfuegos e devi ammirare i suoi porti e le sue baie destinate al commercio. Arrivi a Trinidad e rimarrai stupito dalle sue spiagge, dalla vegetazione, dalle rovine della Valle dei Succheri.

Lo dicono tutti Trinidad era una delle città più prospere dell’America Latina e aveva diversi prodotti di esportazione. Era l’area in cui c’erano più zuccherifici nella colonia. Non puoi attraversare le sue montagne a Topes de Collantes senza una macchina fotografica. Più al centro si passa dalla zona del bestiame di Camagüey e le immersioni di Santa Lucia.
Arrivi nell’Oriente cubano, dove i fiumi sono più lunghi e più abbondanti. Il picco del turquino con quasi 2000 metri di altezza è la massima elevazione del paese. L’est di Cuba appartiene anche a una zona sismica ma di piccola intensità. Non sono mai state segnalate perdite umane.

La Sierra Maestra

Nella Sierra Maestra è dove piove di più a Cuba nella parte meridionale e nell’altra è dove piove di meno. Tutti i prodotti per un clima tropicale che ogni anno da ottobre a novembre riceve gli uragani più grandi e più pesanti. Non aver paura !!!!!, Cuba è abituata a trattare con loro, prima di tutto si proteggono le persone. Anche se fossi a Cuba in quella data, non sei in pericolo.

Da non perdere a Cuba. La sua arte.

Storicamente, L’Avana è stata un luogo ambito dai migliori artisti del mondo. Questa predilezione, unita all’intelligenza dei cubani, ha lasciato in eredità un retaggio culturale che è stato modernizzato e rinnovato nel corso degli anni. Cuba ha artisti famosi in tutto il mondo in quasi tutte le manifestazioni d’arte. Molti di loro con premi di grande valore.
I cubani hanno musica che scorre attraverso il loro sangue e il cinema entra nei loro occhi. La settimana del cinema latinoamericano a dicembre raduna registi di tutto il continente. Dagli Stati Uniti e dall’Europa arrivano i migliori compositori e interpreti per il Jazz Plaza Festival. Le famose  “Candongas” o mercati all’aperto sembrano musei di arte popolare. L’Avana è riconosciuta come la capitale culturale di Cuba, i suoi grandi teatri, cinema e musei ricordano e ospitano opere dei più illustri e illuminati artisti cubani e mondiali.

Da non perdere a Cuba. Feste popolari cubane.

Le immagini dei pittori cubani sono piene di colori, è la trasmissione della gioia di questo paese. Ogni mese dell’anno ospita feste popolari in tutto il paese, carnevali, settimane di cultura, settimana del Cucalambé, maggio Festival, Parrandas de Remedios, Festival del Caribe. A Cuba è impossibile annoiarsi, avete molte cose da vedere e di investire il tempo .

Lascia un commento

Nota: I commenti sul sito web riflettono le opinioni dei loro autori e non necessariamente le opinioni del portale internet easybookingcuba. Richiesta di astenersi da insulti, parolacce e espressioni volgari. Ci riserviamo il diritto di cancellare qualsiasi commento senza preavviso.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono firmati con *